Torre dell’Orso

Turisti provenienti da ogni parte del mondo decidono di recarsi numerosi, ogni anno, sulle bellissime spiagge di Torre dell’Orso, marina di Melendugno. Un luogo famoso per le sue caratteristiche da cartolina, come la sabbia finissima color argento e il mare limpido e azzurro come pochi.

Degli elementi che non hanno nulla da invidiare alle rinomate destinazioni caraibiche e che sono state più volte riconosciute e premiate con l’attribuzione della famosa Bandiera Blu, assegnata non solo per la bellezza del posto ma anche per l’alta qualità dei servizi offerti.

Il nome della zona nasce dalla presenza di un’antica torre di avvistamento, di epoca medievale, qui presente. Elemento che ricorre frequentemente lungo le coste salentine (come abbiamo visto anche per Torre Sant’Andrea e Torre Specchia) e che, anche in questo caso,  nacque con lo scopo di avvistare i nemici via mare e dare in tempo utile l’allarme alla popolazione.

Il mare e la spiaggia

La spiaggia è rappresentata da un’insenatura di circa 800 metri, delimitata alle estremità da due alte scogliere e l’acqua è qui sempre molto limpida, grazie alle correnti del Canale d’Otranto. La spiaggia è contornata da basse dune incontaminate e da profumati scorci di pineta.

L’intera spiaggia è stata simbolicamente frazionata in 3 parti:

Durante il periodo estivo, soprattutto nei mesi di Luglio e Agosto è molto difficile trovare un angolino di spiaggia libera anche i lidi presenti sulla spiaggia di Torre dell’Orso sono quasi sempre tutti occupati.

Se ci tenete a trascorrere una giornata al mare qui nei mesi caldi, vi consiglio di fare in modo di arrivare in spiaggia entro le 8.30/9.00 del mattino. Dopo sarà molto difficile trovare un fazzoletto di spiaggia libero 🙂

L’acqua cristallina a Torre dell’Orso

Le due Sorelle

A pochi metri dalla costa è possibile scorgere la presenza di due Faraglioni soprannominati appunto “Le due Sorelle“.

Leggenda narra che due fanciulle bellissime, che si recarono sulla scogliera di Torre dell’Orso, spinte dalla calura estiva per trovare refrigerio. Una delle due si sporse un pò troppo dalla costa e cadde in acqua, l’altra per salvare la sorella si gettò anche lei, ma morirono entrambe. Un pescatore sentì le loro urla, ma non vide nulla, se non spuntare questi due scogli dal mare che sembravano abbracciarsi. Questa è la “leggenda delle due Sorelle“.

Torre dell’Orso rappresenta un piccolo angolo di paradiso, al quale i visitatori riescono difficilmente a rinunciare e che assicura delle giornate indimenticabili, di divertimento e relax fra alcune delle bellezze più affascinanti di tutto il Salento. Un contatto assoluto ed irripetibile, con la natura e con gli elementi che rendono celebre questo scorcio di costa salentina.